Edilart

Piastrellista

10
16/02/2017

Pavimenti & Rivestimenti

Posa di pavimenti e rivestimenti

Avete un idea particolare… vorreste ma non sapete se... "Valutiamolo insieme!!!" Creiamo le vostre idee, voi dateci la linea da seguire… noi con la nostra esperienza la realizzeremo! 
Catiere Candiolo (TO).

11
17/02/2017

Pavimenti

Grès porcellanato

Le piastrelle in gres porcellanato sono ottenute tramite il processo di sinterizzazione di argille ceramiche, feldspati, caolini e sabbia, materie prime che vengono prima macinate (trasformate in barbottina), poi finemente atomizzate fino a raggiungere una polvere a granulometria omogenea adatta alla pressatura. La cottura avviene ad una temperatura di circa 1150-1250 °C in forni lunghi sino a 140 m dove la materia prima è portata gradualmente alla temperatura massima, lì mantenuta per circa 25-30 minuti, e sempre gradualmente viene raffreddata sino a temperatura ambiente. Il processo di cottura determina la ceramizzazione/greificazione dell'impasto. In queste immagini possiamo vedere come un grès porcellanato, posato con i suoi pezzi speciali,possa riprodurre in maniera davvero ottima, la posa di piastrelloni in pietra. 
Cantiere Piobesi Torinese.

12
18/01/2017

Pavimenti Rivestimenti & Mosaici

Posa

Bastano poche, piccole idee per far diventare un normalissimo bagno… il bagno dei nostri sogni! Allora? Cosa state aspettando ?? Noi siamo pronti!!

23
10/03/2017

Cementine originali.

Recupero & Riutilizzo.

Le cementine o pastine , così come le graniglie o marmette, fanno la loro comparsa a fine ‘800 con l’avvento della rivoluzione industriale e di conseguenza una maggiore produzione di cemento Portland. Anche questo tipo di pavimento viene inserito nei palazzi dai primi anni del ‘900, anche perché, soprattutto in grandi città , in seguito a una forte immigrazione da diverse regioni d’Italia, iniziavano ‘fuori porta’ le costruzioni intensive di palazzi di sei/otto piani. Di conseguenza serviva un pavimento che fosse di veloce esecuzione, non come i pavimenti alla veneziana e altrettanto duraturo nel tempo, proponendo sempre un minimo di disegno, decoro e stile. Così , come le graniglie, le cementine sono composte da una base di cemento e sabbia di circa cm.2, solo che lo strato superficiale, di pochi millimetri, anziché essere di cemento e pezzettini di marmo, è costituito da cemento, sabbia finissima e ossido di ferro, rosso, nero o naturale( la pastina). La loro forma, oltre essere quadrata (20 x 20) come le graniglie, spesso era ed è esagonale. La posa dei pavimenti in cementine veniva effettuata a ‘toppa’ con ‘malta bastarda’(cemento pozzolanico e calce), montate una per una e lo spessore della malta di solito era di 4/5cm. A differenza delle graniglie o marmette, le cementine non venivano levigate e lucidate a piombo, ma semplicemente trattate, rendendole idro-oleorepellenti ed antimacchia con dell’olio di lino. Considerando che ancora oggi hanno un loro fascino, sia gli architetti che i proprietari di tali abitazioni mantengono i pavimenti in pastine originale, abbinandoli ad altri pavimenti e rivestimenti e arredamenti più moderni.#edilart info@edilart.it www.edilart.it #cementine #Torino #CementineTorino #MaioranoBrothers

24
05/03/2017

Panaria

ZER 0,3

La nuova dimensione della ceramica ZER0.3 è frutto dell'esclusiva tecnologia "gres laminato" che consente di ottenere lastre 100x300x0.3 cm, un formato esclusivo che consente di ampliare nuove prospettive progettuali nel mondo dell'architettura e del design. Panariagroup è attualmente l'unica Azienda al mondo titolare del completo know-how per produrre le grandi lastre sottili. L'Azienda è dotata di un impianto per la produzione di lastre in gres porcellanato (dimensioni 1x3 mt e spessore 3 mm) integrato a monte con propri impianti di realizzazione degli atomizzati ed a valle con la linea di taglio e finitura del prodotto stesso, accessoriato inoltre con rotocolors, decorazione a scrittura digitale, forno a gas ed impianto speciale per la scelta. Vantaggi competitivi del gres laminato ZER0.3: - resistente: ZER0.3 Plus resiste ad uno sforzo di rottura di 1.235 Newton; - grande: una gamma di 7 formati fino a 3 metri x 1, in cui le dimensioni esclusive aprono nuove prospettive progettuali nel mondo dell'architettura e del design; - planare: la superficie è perfettamente piana; - spessore sottile: caratteristica che permette una grande facilità di utilizzo e manovrabilità; - leggero: un attributo che ne agevola notevolmente la movimentazione e la posa in opera; 3 mm di spessore si traducono in un peso di appena 7,4 kg/mq; - flessibile: è possibile rivestire pareti curvilinee con un raggio sino a 5 metri; - facile: l'estrema duttilità del materiale, facile da tagliare e da lavorare in tutte le tre varianti di spessore, rende le lastre utilizzabili per svariate soluzioni progettuali e creative; - affidabile: impiegata in tutto il mondo vanta numerose e prestigiose referenze; - pregevolezza estetica: impatto visivo di grande fascino e continuità della superficie posata; le lastre ZER0.3 esaltano la bellezza della ceramica conferendo eleganza e design innovativo in ogni ambito; - economico: è ideale in contesti di ristrutturazione perché può essere applicato su materiali già esistenti evitando la demolizione e lo smantellamento, con un'importante riduzione di tempi e costi; - garantito: fino a 20 anni di garanzia; - ecologico: il processo produttivo, conforme alle più severe normative ambientali in vigore, consente una diminuzione dei consumi di materie prime, acqua, energia ed emissioni di CO2. ZER0.3 & Edilart (i nostri posatori hanno frequentato i corsi di posa eseguiti da Panaria Ceramiche) essere aggiornati e' un nostro dovere!