Edilart

Lattoniere e Guaine

19
04/03/2017

Rame

Gronde, Pluviali, Discese

Terminata la realizzazione del tetto, ed eseguite le rifiniture maggiori, uno dei lavori più importandi da effettuare riguarda la posa in opera della grondaia (in queste foto realizzata in rame), completa di tutti gli accessori necessari per adempiere al compito di allontanare le acque piovane. Il sistema da sempre usato per saldare i vari componenti della doccia e dei pluviali, è quello di saldarli a stagno, ma la moderna tecnologia, grazie alla potenzialità di siliconi fortissimi per incollare il rame, permette di effettuare la posa in opera delle grondaie anche senza l’aiuto di un saldatore. Sotto vediamo una classica grondaia montata. 
Cantieri di Pecetto, Pino Torinese & Piobesi T.se.

20
08/03/2017

Muraglioni C.A.

Impermeabilizzazioni

Le foto qui sotto riportate, riguardano quella che viene comunemente detta SALDATURA A CALDO con cannello. E' il sistema classico, si prepara il fondo con un primer bituminoso (le tecnologie attuali ci propongono prodotti a diversi con ottime prestazioni), ricordando sempre che il suo unico scopo e funzionalità è di “antipolvere”. Per la posa è sufficiente riscaldare il bitume con la fiamma di un bruciatore a gas propano per renderlo adesivo. Man mano che procede il riscaldamento si ritira il film protettivo e si annerisce la faccia talcata fino ad assumere un aspetto lucido , si appiattisce l’eventuale goffratura, la superficie diventa lucida e la membrana è pronta per l’adesione al supporto e sui sormonti che devono essere di minimo 10 cm (si calcola che con questo sistema ci sia un adesione non superiore al 50/60% di bitume sul fondo). 
Cantiere Vinovo (TO).